Via Giuliano Ricci 11/e Firenze, Italy info@studiobellesi.com +39 055 4223216

Progettare il giardino italiano contemporaneo

Le piante perenni e le rose nel giardino contemporaneo, vediamo come associarle!

Rose e erbacee perenni

Amanti delle rose? Abbiamo moltissime specie a disposizione, ma vogliamo mostrarvi come le rose possono essere coniugate con le piante perenni, per avere un risultato ancora più soddisfacente.

QUALCHE DATO TECNICO SULLE PERENNI

Prima di entrare nel merito di come le piante perenni e le rose siano ottime amiche, vediamo di presentarle meglio. Le erbacee perenni sono una categoria di piante molto ampia che non muore con il freddo e che non avendo una parte legnosa in genere perde la parte aerea nella stagione fredda. Sono piante che danno consistenza al giardino per almeno nove mesi con il portamento delle foglie e dei semi. Alcune sviluppano una nuova vegetazione alla fine di ogni inverno, mentre altre rimangono verdi per tutto l’anno.

DA DOVE PROVENGONO LE PERENNI?

Le erbacee perenni sono moltissime e sono distribuite in numerosi habitat, quindi esistono specie adatte ad ambienti secchi e caldi o freschi e umidi, da sole o da ombra. Una volta piantate tenderanno con il tempo ad accestire e ad allargarsi. All’inizio dovremmo irrigarle ma una volta stabilizzate, non avranno bisogno di acqua, diventando così di facile manutenzione. Molto interessante è il gruppo delle graminacee perenni, piante ornamentali molto versatili.

Una composizione di erbacee perenni
Rosa Old Blush
La Rosa “Old Blush”

VENIAMO ALLE ROSE

Le rose hanno sempre avuto un ruolo importante nel giardino fino dall’antichità: i Romani ne coltivavano grandi quantità per scopi ornamentali. Alla fine del ‘700 dall’ oriente arrivarono in Europa le rose Cinesi che hanno portato una reale rivoluzione nella storia botanica del genere Rosa: da incroci di Rose Cinesi (in particolare “Old Blush” e “Slater’s Crimson”) con le Rose Antiche Europee si generarono gruppi nuovi di rose a fioritura ripetuta o continua. Un risultato di eccezionale valore nella storia del giardino.

Le rose hanno bisogno di un buon drenaggio, pieno sole ed un terreno tendenzialmente neutro, anche se tollerano una leggera acidità o alcalinità. L’acqua e una buona dose di fertilizzante non devono mancare, (ottima la cenere di legna). Con le giuste precauzioni la compagnia delle perenni non porterà molto più lavoro nel giardino.

PERCHE’ LE PIANTE PERENNI INSIEME ALLE ROSE?

Abbinare le piante perenni e le rose, migliora l’effetto dell’insieme ed esalta le qualità di entrambe, inoltre scegliendole bene faremo le stesse operazioni di manutenzione. La potatura delle rose avviene quando la pianta è a riposo, normalmente a fine inverno, nello stesso momento vanno tolte le parti secche delle erbacee perenni. Le modalità di abbinamento possono essere molte ed è possibile trovare soluzioni progettuali interessanti.

Rose ed erigeron
Le erbacee perenni e le rose
Rose in una composizione , interessante il contrasto con la Stipa tenuissima

LE ROSE HANNO BISOGNO DI COMPAGNIA

Un giardino, secondo la nostra filosofia di progettazione, deve avere una continuità di bellezza in tutte le stagioni. Abbiamo bisogno di guardare fuori ed avere i sensi appagati dalla natura. Se guardiamo un giardino durante l’inverno nel quale le rose siano messe in purezza, è difficile che possano darci una piacevole sensazione. Anche Pietro Porcinai ha costruito il giardino del roseto Barni, piantando molte specie intorno alle rose.

Roseto Barni , Progetto di Pietro Porcinai

Eravamo sicuri di questa linea di progettazione ma nel leggere la ” Guida insolita ai piaceri del giardinaggio”, di Christopher Lloyd, ci siamo divertiti a sentire le sue sferzanti parole nei riguardi delle rose poste in aiuole focali in purezza.

Anche le rose hanno il loro posto

……In ogni caso, però, quando i fiori non ci saranno più, vi ritroverete con arbusti particolarmente detestabili che occuperanno le posizioni più importanti.

La citazione ci aiuta a dimostrare quanto una striscia di rose senza la compagnia di qualche altra pianta è qualcosa che toglie amabilità e naturalezza al giardino. Le rose pure sono splendide durante la loro esplosiva fioritura, ma dopo? Vediamo come abbiamo risolto questo tema del vuoto che si crea in inverno nel nostro stile di progettazione. Ad esempio in questo progetto a Radda in Chianti, abbiamo abbinato le Rose farfalla Tramonto estivo ®, con Verbena bonariensis ed Erigeron karvinkianus. Nel gruppo anche arbusti di Teucrium fruticans che vengono potati in modo da formare dei cuscini argentati.

Le rose in compagnia
Le rose in compagnia

Molte volte nella fase interlocutoria con i clienti che vogliono “riordinare ” il loro giardino, la prima operazione è analizzare cosa è già presente. Spesso le rose occupano una posizione importante, sono vicine a casa e i proprietari lamentano la veste invernale del loro giardino. Le piante perenni e le rose prendono una nuova vita abbinate insieme magari con l’aggiunta di qualche arbusto. Così abbiamo fatto nel giardino di un agriturismo a Carmignano. Oltre le Rose Mariangela Melato®, anche degli arbusti sempreverdi, l’ Abelia x grandiflora confettti, e la conifera nana (Pinus mugo mops) , due graminacee (Stipa tenuissima, Pennisetum orientale karley rose) e delle tappezzanti, il Centranthus ruber albus, e le Viole odorate alba che rimangono verdi tutto l’anno.

Abbiamo trovato un roseto molto particolare che sposa la nostra idea di rosa nel giardino, è il roseto più alto d’Italia, in Val di Funes, si chiama Roseto Uhrerhof . Quando lo abbiamo visitato nel 2018, era la fine di giugno, la sua proprietaria Lotte Zemmer, ci ha accolto con grande cortesia nella visita ed è stata una sorpresa vedere la sua collezione di rose.

CONCLUSIONE

Il mondo delle rose è denso di specialisti, botanici, ibridatori, appassionati, con il nostro lavoro proviamo a darne una lettura secondo una progettazione contemporanea, in cui si guardi non solo al colore dei fiori presenti nel giardino ma anche alla forma, alle tessiture e alla ottimale convivenza fra le piante che nel loro insieme formano un giardino bello in tutte le stagioni.

Ne abbiamo parlato nell’intervento di Alberto Giuntoli durante la prima edizione di “Gli Amici della Rosa“, organizzato dal vivaio Rose Barni il 14 e 15 aprile 2018.

Consapevoli che per fare un bel giardino e specialmente per mantenerlo bene nello scorrere delle stagioni, occorre tempo e dedizione.

“È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante.”


Fonti:

  • Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupéry
  • The Random House Book of Roses, Random House, Phillips, R., Rix, Martyn, New York 1988
  • Landscape with Roses:Gardens Walkways Arbors Containers , Jeff Cox, Jerry Pavia (Photographs) Anouka County Library 2002
  • La vie en roses Rose Cinesi Regine dall’oriente Nicla Edizioni 2019
  • Designing with plants, Piet Oudolf with Noël Kingsbury Conran octopus 2009

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *